Ingredienti

• 500gr di farina
• 4 uova
• 50gr di strutto o burro
• 100gr di zucchero
• scorza di limone
• 1/2 bicchiere di vino bianco secco
• 4 cucchiai di liquore (cognac o rum o marsala)
• un pizzico di sale
• zucchero a velo
• olio per friggere (Vedi "Olio: indice")
 

Foto delle chiacchiere di carnevale


Preparazione

Disporre su una spianatoia la farina a “fontana” mettendo al centro lo strutto o il burro ammorbidito, lo zucchero, le uova, il liquore, il vino e la scorza di limone grattuggiata.
Amalgamare il tutto fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.
Formare una “palla”, e coprirla con un telo. Farla riposare per 30 minuti.
Formare delle strisce molto sottili (col mattarello o con la macchinetta per la pasta) e tagliarle con una “rotella” fino ad ottenere delle strisce di circa 8 centimetri.
Friggere le chiacchiere un pò per volta in abbondante olio caldo. (Vedi "Trucchi e consigli: fritto, friggere, frittura"
 "Olio: indice").


 Quando saranno ben dorate da ambo i lati, scolarle e asciugarle sulla carta assorbente per alimenti.
Farle raffreddare e cospargerle di zucchero a velo.

Come servire: Fredde e cosparse di zucchero a velo.

Cenni storici

Si cominciò a denominare grasso il giovedì ed il martedì prima delle Ceneri, in relazione ai sontuosi banchetti che venivano organizzati ovunque per l'occasione. Grassi in abbondanza e grande varietà di dolci, prevalentemente fritti, prima delle costrizioni quaresimali. Nati nelle antiche cucine popolari, a base di ingredienti semplici come uova, farina, e zucchero, i dolci di carnevale si sono tramandati nei secoli, assumendo nomi diversi per ogni regione, arricchiti spesso e volentieri con miele e cioccolata ed altro ancora.

fonte: http://www.alimentipedia.it