NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Utenti in linea nel sito

Abbiamo 117 ospiti e 0 membri online

    Utenti in linea nel forum

    Abbiamo 43 ospiti e 0 membri online

      C’era la pioggia. Un classico. La chiesa piena e un prete simpatico. Il riso, i coriandoli, un cuore trafitto disegnato all’uscita. Gli applausi e i cori: “Bacio, bacio”. Le sorelle emozionate, i testimoni con l’aria vissuta. Gli amici giovani (tanti) e i parenti anziani (pochi). La festa, i balli, le canzoni. Una straordinaria band a suonare, divertire, divertirsi. La torta tagliata in due, il bouquet, i confetti. Insomma, quel che c’è quando due si sposano, dettaglio più o meno. Ma quello di Sonia e Francesco è un matrimonio speciale, specie per noi di InVisibili. Per questo ve lo raccontiamo.

      i due sposi


      Sonia e Francesco li abbiamo nel cuore. I motivi sono tanti. Poco più di un anno fa erano fidanzati, uno viveva a Monza e l’altra a Genova. Un post sulle coppie formate da chi ha una disabilità e chi no (vedi: “Se la coppia è ‘diversa’”), c’era anche il loro amore, con l’annuncio di un matrimonio anche prima che le famiglie fossero debitamente informate (‘sti giornalisti pettegoli…). Abbiamo seguito il loro cammino. Sonia in estate è andata a vivere con Francesco in Lombardia. Una casa da trovare senza barriere, un lavoro per lei in una nuova città, una vita da inventarsi e una famiglia da costruire. Sonia da anni ormai usa una carrozzina elettrica per una amiotrofia spinale, mentre Francesco non ha disabilità. In chi non li conosce lo stupore c’è sempre, anche se a volte nascosto.


      “E’ assurdo che ci si stupisca ancora. Cavolo, mi cadono le braccia… nel 2013… Si pensa che chi è in carrozzina sia uno sfigato. A Capodanno c’era chi mi chiedeva: ‘Dove ti portano di bello?’, manco fossi un pacco. Ma ci sono anche tanti disabili che pensano di non poter fare cose normali”. Sonia lo dice e ha il sorriso di una bellezza da far invidia a una star. “Ho tanti amici in carrozzina. Quando non lavoro, seguo la squadra di wheelchair hockey e lì tutti sono disabili, anche molto gravi, in particolare con distrofia. Per me Sonia non era la sua carrozzina. La usava. Ma Sonia è Sonia”. Sembra tutto facile, ma poi pensandoci mica lo è. Particolare: Sonia e Francesco si amano.


      Innamorati come altre coppie che erano al loro matrimonio. Come Nico, che ha distrofia, e Fiorenza. Simona, con la Sma, e Fabio: da Lugano sono venuti a festeggiarli. Davide, anche lui con Sma, e Chiara. E poi Mattia, nato con osteogenesi imperfetta, e il suo nuovo amore. Coppie “miste” (non il termine migliore, ma che rende l’idea), come loro. Ma la società è pronta a perdere lo stupore? A capire l’amore anche in corpi così differenti? Sonia pensa anche ad altro: “Intanto chiediamo a chi decide, partendo da questo nuovo Governo, di aiutarci, fare politiche per la famiglia, anche come la nostra: il cumulo del reddito che toglie la pensione mi mette paura. E’ quasi un invito a non sposarsi”.


      Altre scene da matrimonio. C’è Gabriele, anche lui in carrozzina come Sonia e che muove quasi nulla gli arti ma pure lui para nel wheelchair hockey, che canta (benissimo) “A te” di Jovanotti. Francesco prende il microfono dai “Blue Steel Style” (“The real show band” per davvero: super!) e intona “Il regalo più grande” di Tiziano Ferro guardando negli occhi Sonia e non commuoversi è impossibile. Due giorni in Umbria dopo la cerimonia, viaggio di nozze negli States rimandato all’estate, anche perché prima ci sono le finali di quello sport meraviglioso che è il wheelchair hockey e Sonia è il portiere degli Sharks di Monza che magari vinceranno lo scudetto. Con Francesco, poi si sono conosciuti così: “Era il 2009, il mio amico Mattia mi invita a vederlo giocare a una partita. Mi innamoro della squadra e dello sport. Sonia giocava nei Blue Devils di Genova. Ci siamo innamorati”.


      Insomma, un matrimonio proprio bello come tanti altri, semplice da spiegare nella sua normalità: Sonia e Francesco si amano. Quindi, perché non avrebbero dovuto sposarsi?


      Entra in Facebook nel gruppo: Noi Disabilifree

      Agosto 2017
      16
      Mercoledi
      13:59
      BuaXua Calendar